Insieme Per Gorgonzola

Lista Civica di Gorgonzola (MI) – La Prima e l'Originale dal 2008

Insieme Per Gorgonzola - Lista Civica di Gorgonzola (MI) – La Prima e l'Originale dal 2008

Vita da Consigliere

uomo-con-omino con lentePatrizia Gasparini, Consigliere Comunale di Insieme per Gorgonzola.

Lunedì 15 si è svolto il primo Consiglio Comunale del 2016.
La prima ora è stata dedicata come al solito alle interpellanze. Vi è mai capitato di guardare l’ordine del giorno (da adesso in poi ‘ODG’) del Consiglio Comunale? Se lo avete fatto almeno 2 volte nell’ultimo anno, vi sarete accorti che ci sono sempre le stesse mozioni agli ultimi punti dell’ODG; alcune di esse risalgono al 2014 e non sono mai state discusse.
La mozione, a differenza dell’interpellanza che viene rivolta all’Assessore competente per avere una risposta tecnica in merito a dei problemi pratici, può essere molto più politica e soprattutto richiede il voto dell’intero consiglio e richiede, quindi, un’assunzione di responsabilità.
Eppure da un anno a questa parte nessun consigliere di opposizione (i consiglieri di maggioranza non disturbano il conducente) presenta più alcuna mozione perché, semplicemente, rimarrebbe in coda all’ODG per un tempo indefinito (pare ci siano sempre cose più importanti da discutere).
Certo che per la maggioranza è un bel sollievo: pensate se dovessero trovarsi nella condizione di votare una mozione che chieda di revisionare il ‘piano di governo del territorio’ (PGT) esistente ed ideato da Baldi o di cominciare a decidere cosa fare del nuovo cimitero … avrebbero forti dolori di pancia. Ecco, per questo motivo, abbiamo chiesto di riunire un Consiglio Comunale dedicato a “smaltire” le vecchie mozioni e liberare il campo per la presentazione di nuove. Per fare funzionare nuovamente la Democrazia. Il Presidente del Consiglio Comunale si è detto disponibile a riunire un consiglio a metà marzo … sperem!.

Abbiamo anche chiesto alla Giunta di aderire all’iniziativa “ Mi Illumino di meno”, ormai al dodicesimo anno, organizzata da Caterpillar di Radio 2 per sensibilizzare i cittadini, le associazioni e gli Enti al risparmio energetico e alla mobilità sostenibile. Il Sindaco Stucchi ci ha ascoltato. That’s incredible :-)
Qui potete leggere come aderire anche voi a questa iniziativa di sensibilizzazione al risparmio energetico

http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/

Ecco, finalmente inizia il Consiglio Comunale e si parla subito di Stadio Comunale.
Nel marzo del 2015, il signor Bamonte, Presidente della Giana, ha deciso di consegnare al Comune, con 11 anni di anticipo dalla chiusura della convenzione firmata con lo stesso, lo stadio come lo ha realizzato (premesso che lo stadio è già del comune, diciamo che il sig. Bamonte ha regalato al comune le varie modifiche fatte per poter giocare in lega pro). Il punto all’ODG richiede di autorizzare l’adeguamento del vigente Piano dei servizi del PGT a seguito di questa ‘donazione’.
E qui inizia il bello: la Giunta si vanta di voler mantenere (in questo caso ha il nostro appoggio) l’area dedicata allo sport (come da contratto firmato nel lontano 1954 con i Sola Cabiati).
Baldi si ribella (lui voleva rendere quell’aria edificabile e questa cosa dello sport e dello stadio proprio non gli piace, nello stadio c’è un po’ di verde, non vogliamo mica pensare di lasciarlo lì?!?); per tutta risposta questa maggioranza si gongola della propria scelta perché, secondo loro, dimostra che sanno fare scelte politiche (questa è una scelta politica e insomma, guardateci, noi stiamo scegliendo)… e così l’argomento della modifica del ‘piano di governo del territorio’ (PGT) entra in discussione.
Noi avevamo già deciso di votare a favore di questo punto all’ODG, quindi la mia doveva essere una semplice dichiarazione di voto ma questa tracotanza, da parte della Giunta e della maggioranza, mi ha fatto decidere di intervenire e ristabilire la verità. Così, come IPG, ho ricordato a questa Giunta che dopo 3 anni (TRE) non hanno ancora modificato il PGT di Baldi (l’ex Sindaco aveva puntato tutto sulla vendita dei terreni e sul “cemento” con lo scopo di realizzare il suo costosissimo cimitero da 10 milioni di euro), e se questa maggioranza non ha ancora modificato questo PGT è perché, forse, lo condivide; in questo caso si annullano tutte le differenze tra loro e la Giunta precedente. Questa storia del PGT non è mica una cosa da poco: è su questo che si gioca il tipo di futuro che vogliamo dare a Gorgonzola. Non basta che la Giunta organizzi dei percorsi per i ragazzi delle scuole per conoscere l’ambiente e la natura (iniziativa comunque lodevole che si trova nel ‘Piano integrato dell’offerta formativa anno 2015-2016 ’) se non è in grado, Lei per prima, di rispettare la natura stessa (penso ad esempio alle aree a nord, il polmone verde di Gorgonzola).
Quale natura impareranno ad amare i nostri ragazzi se questa maggioranza non ha la sensibilità e non sente l’urgenza di modificare il PGT dell’ex Sindaco Baldi basato sulla svendita dei nostri terreni e sulla cementificazione? Quale coerenza nelle loro azioni?
Basta chiacchiere, basta fare solo la normale amministrazione (per quella ci sono gli uffici competenti), è ora che questa Giunta cominci a realizzare il proprio programma elettorale e a renderne conto ai propri cittadini… e sarà comunque sempre in ritardo!

Aderisci anche tu a ‘Mi Illumino di meno’ 2016

miilluminodi menoAnche quest’anno la lista civica Insieme per Gorgonzola aderisce alla giornata del risparmio energetico che si terrà venerdì 19 febbraio 2016.

TI PROPONIAMO DI:
– Andare al lavoro con la bici, con i pattini, con il monopattino, con i piedi….
– Evitare l’ascensore, la scala mobile, il montascale, il montavivande….
– Lasciare spento la lavatrice, la lavastoviglie, il ferro da stiro, l’asciugatrice, il frullatore, lo sbattitore elettrico, l’arricciacapelli, il rasoio elettrico…
– Spegnere la luce quando non serve;
– spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
– sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria
– mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola
– se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre
– ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
– utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne
– non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni
– inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
– utilizzare l’automobile il meno possibile, condividerla con chi fa lo stesso tragitto. Utilizzare la bicicletta per gli spostamenti in città

Facci sapere come intendi risparmiare energia.

Aderisci a questa importante iniziativa

http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno/

ipg

I vestiti nuovi dell’Imperatore

imperatore“…forse non sono adatto al mio incarico? Non posso raccontare che non riesco a vedere la stoffa…”

Perché?
Perché non puoi dire ad alta voce che le cose non vanno bene? Perché non puoi ammettere, pubblicamente, anche se stai in maggioranza, che non ti vanno bene le scelte che il Sindaco prende senza coinvolgere Assessori e Consiglieri?
Comincia a essere un po’ stucchevole il comportamento di Assessori e Consiglieri di maggioranza che, sottovoce si lamentano di non essere coinvolti nelle scelte amministrative e delle decisioni che vengono prese sopra la loro testa.
C’è l’Assessore che si lamenta perché quando arriva in Giunta le decisioni sono già prese, a sua insaputa.
C’è il Consigliere che si lamenta perché i punti arrivano in consiglio comunale senza che, prima, se ne sia discusso in maggioranza come, per esempio, la scelta di aderire all’unione dei comuni, assolutamente non condivisa, di cui si sono lamentati con noi….sottovoce.
Infatti, tutti quanti, quando arriva il momento di alzare la voce (o di farla sentire, visto che di alcuni nemmeno sappiamo che voce abbiano), fanno un passo indietro e, obbedienti, alzano la manina avallando, di fatto, scelte non condivise.
Tu, Consigliere comunale, sei stato eletto per fare gli interessi della città non per occupare un posto, e hai un potere enorme: il tuo voto. Prova a farti sentire, ogni tanto, alzando quella manina anche contro scelte che non condividi.
Cosa temi, che cada la Giunta? Che altri prendano il tuo posto?
Si chiama democrazia, caro mio.
Chi ti ha eletto chiede che ti occupi della “cosa pubblica” e non è detto che un imperatore nudo sia meglio di uno vestito male.

ilaria