Insieme Per Gorgonzola

Lista Civica di Gorgonzola (MI) – La Prima e l'Originale dal 2008

Insieme Per Gorgonzola - Lista Civica di Gorgonzola (MI) – La Prima e l'Originale dal 2008

Dice il saggio: se più voti vuoi pigliare, la strada devi asfaltare!

22829490_1203493853128047_7499349246196878755_oPer fortuna ogni 5 anni ci sono le elezioni. Così finalmente l’amministrazione in carica ha, nei sei mesi precedenti, la possibilità di fare quelle cose che non ha fatto per quattro anni e mezzo. Sì rifà il pavé della piazza, si completa lo spiazzo abbandonato e la palazzina delle associazioni davanti al palestrone, si riprendono i lavori del nuovo cimitero. Un bell’elenco da presentare come biglietto da visita elettorale in perfetto stile Prima Repubblica.
Noi di IpG preferiamo pensare ad una politica che si impegna sempre per il bene della nostra città, indipendentemente dall’essere in campagna elettorale o meno. Questo facciamo da quasi dieci anni e questo continueremo ancora a fare per i prossimi.

Primo incontro pubblico con Ilaria Scaccabarozzi (resoconto e foto)

Sabato è stato un pomeriggio speciale per noi di Insieme per Gorgonzola. Con tanti cittadini ci siamo trovati per presentare la nostra candidata sindaco Ilaria Scaccabarozzi e discutere, ragionare, progettare come potrebbe cambiare Gorgonzola nei prossimi anni. Partendo dalle nostre idee di base su quattro tavoli tematici (Città, Cibo, Turismo e Cultura), le abbiamo arricchite col contributo di tanti di voi che sono venuti ad incontrarci a Palazzo Pirola. Abbiamo applicato nei fatti quella partecipazione di cui tanto si parla e poco o nulla si fa. Grazie a tutti quelli che hanno partecipato a questo primo esperimento e, per chi volesse, l’appuntamento è per il prossimo 2 Dicembre con un nuovo incontro.

 

#ilariasindaco
#insiemesipuo
#iostoconilaria
#insiemepergorgonzola

#scateniamolinferno

img_8101img_8102img_8103fullsizerender

Aperti al dialogo

parlare1A seguito dell’articolo pubblicato su Radar del 5 Ottobre, ci preme fare un piccolo chiarimento:

Lo scorso 20 Giugno, come Lista Civica Insieme per Gorgonzola, abbiamo presentato ufficialmente la nostra Candidata Sindaco Ilaria Scaccabarozzi, peraltro l’unica candidatura chiara e ben definita rispetto a tutte le altre che i cittadini conosceranno solo pochi giorni prima del voto, dopo che le varie segreterie dei partiti si saranno accordate sui nominativi da sostenere.

Il nostro progetto è aperto a chiunque (associazioni, cittadini e movimenti politici) condivida i due punti fondamentali dai quali partire per costruire insieme il nostro programma elettorale: la difesa del territorio e la partecipazione e il confronto continuo con i cittadini gorgonzolesi. 

Non abbiamo cambiato idea su questo progetto e non abbiamo preclusioni, quindi chi vuole unirsi a noi su questi punti è il benvenuto.

A chi ancora non ci conosce diciamo: venite ad incontrarci, scoprirete un nuovo modo di fare politica che vi appassionerà. 

I Responsabili di servizio: uno stipendio, una garanzia

domandaAbbiamo presentato un’interpellanza (che potete leggere qui) chiedendo le intenzioni della Giunta sul futuro dei servizi sociali. Il funzionario nominato da questa giunta, dott. Manuel Marzia, se ne è andato tenendosi, però, al caldo il suo posto di lavoro per ben due anni: il comune perciò non può nominare qualcuno al suo posto.

Un settore così delicato non può essere trascurato, soprattutto da una Giunta che si definisce di centro sinistra. Ecco le nostre considerazioni.


 

Dopo la prima puntata de I segreti di Pulcinella intitolata “Dirigenti: uno stipendio, una garanzia”, ecco a voi la seconda puntata: “I responsabili di servizio: uno stipendio, una garanzia”. (Vi suona familiare?)

Nella riunione del consiglio comunale di martedì 26 settembre u.s. è stata discussa – a porte chiuse – la nostra interpellanza sul futuro dei servizi sociali di Gorgonzola.

Non c’era, a nostro parere, motivo di discutere l’interpellanza a porte chiuse – i dati che abbiamo riportato nell’interpellanza stessa sono tutti pubblici e reperibili on line – ma la giunta ha evidentemente ritenuto in  questo modo di riuscire a disinnescare l’ennesima grana legata alla figura del dott. Marzia, vera nemesi di questa amministrazione.

La nostra interpellanza portava all’attenzione alcune semplici questioni:

  • Perché al dott. Marzia, mentre era responsabile dei servizi sociali, è stato pagato con i nostri soldi un Master sulla gestione degli appalti?
  • Perché non si è cercato un accordo contrattuale con il dott. Marzia e si è lasciato, invece, che se ne andasse a ricoprire un altro incarico tenendo sospeso il suo posto a Gorgonzola rendendo impossibile l’assunzione di un altro responsabile dei servizi sociali?

Ma, soprattutto, chiedevamo di sapere quale sarà il futuro dei nostri servizi sociali, una volta esempio per altri comuni, oggi lasciati allo sbando da questa amministrazione di centrosinistra.

Il sindaco Angelo Stucchi deve evidentemente provare una vera e propria allergia per le nostre interpellanze perché ha lasciato la parola all’assessore ai servizi sociali Nicola Basile.

Ancora una volta, però, la giunta ha preferisco nascondersi dietro una risposta a porte chiuse nonostante le nostre richieste non esprimessero un giudizio sulla persona del dott. Marzia, bensì sulle intenzioni dell’amministrazione in merito al futuro dei servizi sociali. 

E anche questa volta la giunta Stucchi ha mancato l’appuntamento con la tanto sbandierata trasparenza e partecipazione che, però, solo a seconda dei casi viene, in effetti, praticata.

Purtroppo non possiamo riportare la risposta dell’Assessore, possiamo solo dire che non ci hanno risposto.

A noi, perciò, sono rimaste delle domande:

  1. a cosa è servito il Master sulla gestione degli appalti fatto da Marzia se poi, non una, ma ben due gare, sono state l’una annullata e l’altra corretta?
  2. Visti i risultati, dov’è finita la competenza che avrebbe dovuto acquisire dopo un corso, lo ricordiamo, pagato fior di soldi dai cittadini di Gorgonzola?
  3. Perché non dite la verità e, cioè, che la giunta non vedeva l’ora di disfarsi di una patata bollente a qualunque costo?

Per noi non è finita così: torneremo sicuramente sull’argomento: restate sintonizzati sui nostri social.